il-nostro-territorio

Quindi il nostro Prosciutto di Parma Slega nasce qui, a Langhirano, la capitale storica di questo prodotto famoso nel mondo, che si può fare solamente in una parte del territorio della provincia di Parma, a sud della città, verso gli Appennini che si affacciano sulla costa ligure e toscana e da cui passano le brezze ed i venti marini. Sono le brezze ed i venti che seguendo le valli appenniniche arrivano a Langhirano a determinare il clima asciutto che stagiona e profuma le carni del Prosciutto in modo unico al mondo, tanto unico che il Prosciutto di Parma è una Denominazione di Origine Protetta, dal 1970. Si può chiamare Prosciutto di Parma solamente se lo si fa a Parma, in questa terra dove il clima e la natura sono elementi indispensabili per ottenere proprio questo prosciutto. Si aggiungono naturalmente al clima e alla natura, le regole per la produzione del DOP che sono state stabilite dal Consorzio del Prosciutto di Parma, mentre l'Istituto Parma Qualità ne verifica il rispetto per poi poter rilasciare il famoso marchio a fuoco, la Corona del Parma.

Noi siamo nel cuore di quest'area, a 100 metri dal torrente Parma una delle tre vie principali che i venti marini usano per arrivare a Parma ad asciugare e profumare i prosciutti.

Il prosciuttificio Slega è un edificio concepito e costruito in funzione della stagionatura naturale dei prosciutti e quindi disposto su 3 piani più un livello di cantine seminterrate per poter utilizzare al meglio l’aria delle nostre colline in ogni fase del ciclo di stagionatura; quell’ aria che, abbiamo già detto, è uno degli elementi dell’inimitabile qualità dei nostri prosciutti.

Ogni piano ospita i prosciutti nelle differenti fasi di maturazione; nei piani alti sono collocati i prosciutti giovani che necessitano di molta aria per iniziare così in modo ottimale la fase di stagionatura.

Ai piani intermedi e nelle cantine, quelli progressivamente più “vecchi” che necessitano man mano di minori ricambi di aria. Ogni piano presenta quindi una varietà di profumi diversi: accennati e volatili ai piani alti, intensi e persistenti nelle cantine, da cui alla fine emerge il nostro prosciutto.